Home Page > Dettaglio articolo


SOFFERTO PAREGGIO CON IL CHISOLA
Una partita completamente in salita per i nerostellati, in grande difficoltà nella prima frazione e molti lanci inutili nella seconda. Vantaggio Chisola con Deasti e pari finale di Cornero.

CHERASCHESE 1904 – CHISOLA: 1-1
15’ Deasti (Chi), 87’ Cornero (Ch)
CHERASCHESE 1904 (4-3-3): Nurisso, Massucco(40’st Faule), Marchetti(10’st Costamagna), Mazzafera, Prizio, Vittone, Cornero, Bordone(10’st Capocchiano), Atomei, Celeste, Nastasi
A disp.: Serra, Olivero E., Olivero A., Gandino
All: GianLuca Brovia
CHISOLA (4-3-2-1): Comisso, Quatrocchi, Raimondo(7’st Cristiano), La Caria, Russo(40’st Ribechini), Anderson, Deasti(21’st Aimasso), Di Marco, Gili, Bellino, Zullo(44’st Blini)
A disp.: Lubbia, Neri, Artuso
All.: Luca Mezzano
ARBITRO: Sig. Faccini di Parma
Assistenti: Sig. Martin di Asti e Sig. Vanzan di Vercelli
Ammoniti: Costamagna e Prizio (Ch); Quatrocchi e Cristiano (Chi)
Recupero: Pt. 1’, St. 5’
CHERASCO: Cominciamo con il dire che della partita di oggi l’unica cosa da salvare è il risultato ed è sinceramente una magra consolazione anche se poi è veramente la cosa che conta di più. Un pareggio che attutisce, ammorbidisce una prestazione che è assolutamente da dimenticare al più presto. Dopo quelle con Corneliano Roero e Fossano ci eravamo fatti un po' tutti la bocca buona perché ci siamo ritrovati nel gioco messo in mostra per larghissimi tratti della passata edizione, oggi il passo indietro è stato evidentissimo. La prova di oggi è certamente annacquata dai nostri avversari e in parte dal fondo del campo che ha creato qualche problemino ma, detta anche male, i nostri ragazzi oggi non erano nelle giornate migliori. Tralascio ovviamente la voglia applicata, l’applicazione a cercare la soluzione per fare meglio perché sotto questo punto di vista nessuno può puntare il dito. Invece bisogna rimarcare la grande difficoltà della prima frazione dove la palla praticamente non è mai circolata, una moltitudine di passaggi sbagliati, controlli raffazzonati e praticamente non un tiro degno di nota in porta. Nella seconda frazione meglio nell’intensità e nella pressione ma con una soluzione sola: il lancio dalle retrovie che non ci ha portato da nessuna parte. Gli ospiti torinesi, con ben 5 giovani in campo e senza De Peralta, hanno messo in mostra comunque un’organizzazione di gioco e usando molta della birra in corpo. Dopo il vantaggio ed in particolare nella ripresa, hanno tenuto botta cercando e riuscendoci a chiudere praticamente tutti gli spazi cercando di correre meno pericoli possibili e solo all’ultimo e su un’indecisione minimale di Comisso, hanno permesso il pareggio. Con una temperatura ottimale si avvia l’incontro e la Cheraschese non è la solita Cheraschese con ritmi bassi, circolazione farraginosa, tocchi sbagliati e il Chisola è più intraprendente e mette in mostra un bel motore, senza ruggire più di tanto ovviamente, però è pimpante. Nessun squillo da nessuna parte ma al 15’ Deasti prende palla sinistra e si accentra e lascia andare un tiro apparentemente senza grandi pretese che rimbalza prima di arrivare da Nurisso, a quel punto la sfera assume una traiettoria beffarda che scavalca il nostro giovane portiere proteso in tuffo a terra. 0-1 e speriamo suoni la sveglia. I nerostellati non cambiano marcia e neanche copione quindi il giovane portiere Comisso, un classe “2000”,  può dormire sonni tranquilli. Solo al 25’ arriva un sussulto: Cornero sfonda a destra entra in area e viene letteralmente abbattuto da tergo da Raimondo, pare un penalty solare ma il direttore di gara con ampi gesti fa proseguire. Decisione ampiamente discutibile. Prima del riposo c’è ancora una rasoiata da lontano di Celeste dove per un nonnulla Cornero non arriva alla deviazione sul secondo palo. Tutti speriamo che riordinando le idee qualcosa torni a funzionare ma rimane solo una speranza vana in quanto il secondo tempo ricalca un po' quello appena concluso con la differenza che i nostri ragazzi sono più arrembanti, ci provano decisamente di più ma utilizzando anche molto quelle palle lunghe che è anche la strada della disperazione e che non produce effetti anzi esalta le doti super difensive del Chisola e che riesce nel suo intento a non correre grossi patemi d’animo . Atomei fa a sportellate ovunque e riesce a trovare una deviazione di testa a scalcare sottomisura ma Comisso neutralizza senza timore e poi, dopo un traversone di Cornero corretto da Nastasi si produce in una rovesciata mettendo la palla a fil di palo! Questa è la sintesi perfetta della ripresa quindi poco più di nulla e quando corrono i titoli di coda arriva l’insperato pareggio: fuga sull’out di sinistra di Capocchiano che centra con un tiro cross radente nell’area piccola dove si avventa con un balzo Comisso che nella presa gli sfugge la palla e Cornero è pronto in spaccata a spingerla in fondo al sacco per definitivo pareggio. Come detto prima può essere che l’atteggiamento del Chisola sia stato tale da non poter giocare bene, può essere che il campo abbia messo del suo ma certo è che bisogna subito trovare il rimedio, è successo nulla perché il pari è strameritato quindi ripartiamo sereni e senza assili anche perché sappiamo benissimo di essere molto diversi e sin da domenica nel derby con il Benarzole vedremo in campo i nostri lupi veri. FORZA RAGAZZI !!!!!!!!!   

Nella foto l'attaccante EDOARDO CORNERO


<< Torna alla home page